Chiese in Provincia di Cagliari - città di Cagliari Città: Cattedrale di Santa Maria

Cattedrale di Santa Maria
Cattedrale di Santa Cecilia Cattedrale di Santa Maria di Castello Chiesa di Santa Cecilia S. Maria

CAGLIARI / CAGLIARI città
Piazza Palazzo - Cagliari (CA) CAGLIARI città
Culto: Cattolico
Diocesi: Cagliari
Tipologia: chiesa
La chiesa dedicata a Santa Maria è la cattedrale della città di Cagliari e sorge al centro del quartiere storico di Castello. L'architettura originaria della chiesa in stile romanico pisano prima e gotico-catalano in seguito, dopo i lavori di restauro del XVII secolo, è stata modificata in stile barocco-genovese. La facciata si presenta attualmente in stile neoromanico, in blocchi di pietra calcarea provenienti dal colle di Bonaria. La pianta interna si presenta a croce latina ed è suddivisa... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa dedicata a Santa Maria è la cattedrale della città di Cagliari e sorge al centro del quartiere storico di Castello. L'architettura originaria della chiesa in stile romanico pisano prima e gotico-catalano in seguito, dopo i lavori di restauro del XVII secolo, è stata modificata in stile barocco-genovese. La facciata si presenta attualmente in stile neoromanico, in blocchi di pietra calcarea provenienti dal colle di Bonaria. La pianta interna si presenta a croce latina ed è suddivisa in tre navate. Nel transetto si possono notare, la cappella aragonese del SS. Sacramento e della Sacra Spina, nonchè il mausoleo di Martino D'Aragona il Giovane che ospita le sue spoglie, ritrovate durante dei lavori di restauro all'interno della cattedrale.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimentazione marmorea a lastre di forma rettangolare, intarsiate con disegni geometrici realizzati in marmi neri e rossi, che riprendono le policromie delle balaustre.

Facciata

Prospetto con terminale a salienti che presenta nella parte inferiore una spartizione in specchiature attraversio lesene nonchè una scansione ritmica orizzontale data da archetti pensili, all'interno dei quali si trovano delle decorazioni a forma circolare o a losanga gradonata. Sulla stessa facciata, si aprono tre portali incorniciati e architravati. Particolare rilevanza assume l'architrave di quello centrale che risulta decorata con motivi floreali e deriva da preesisteze d'impianto romanico. Gli stessi portali sono sormontati da lunette. In quelli laterali sono raffigurati, a mosaico, uno per parte, San Saturnino, patrono di Cagliari, con una palma in mano e Santa Cecilia, compatrona della Cattedrale, raffigurata con il suo simbolo, l'organo. Centralmente è invece raffigurata la Madonna con Bambino. Tre file di arcatelle cieche di differenti dimensioni definiscono e caratterizzano la parte superiore del prospetto.

Struttura

Struttura a croce latina, trinavata, suddivisa tramite pilastri cruciformi. Presenza di cappelle laterali, tre per lato. Presbiterio sopraelevato rispetto al resto dell'aula, sovrastante la cripta, alla quale si accede tramite due porte simmetriche ai lati dello stesso.

Elementi decorativi

All'interno della chiesa sono presenti numerose opere d'arte. Al periodo medievale, XI secolo, risalgono i due pulpiti collocati nella controfacciata della chiesa, derivati dalla suddivisione di un unico ambone. Provenienti dal Duomo di Pisa e donati alla cattedrale cagliaritana nel 1312, sono stati realizzati dallo scultore Guglielmo da Innsbruck. Troviamo inoltre il Mausoleo marmoreo che custodisce le spoglie del re Martino il Giovane, realizzato dopo il 1670, nonchè i dipinti del pittore locale Figari, risalenti agli inizi del XX secolo.

Campanile

Il campanile a pianta quadrata si innalza su un fianco della chiesa. Caratterizzato da un piatto terminale, è contraddistinto da una mediana feritoia, nonchè la sua struttura risulta allegerita in corrispondenza della cella campanaria, da monofore poste su due livelli. Lungo la parte alta, sui diversi lati, corrono teorie di archetti a tutto sesto.

XIII - XIII (costruzione intero bene)

In epoca pisana la chiesa conservò il titolo di Santa Maria e solo più tardi, in epoca spagnola, prese il nome di Santa Cecilia, che ancora oggi conserva. Fondata probabilmente nel 1217, si ha una prima attestazione della chiesa dedicata a "Santa Maria di Castello"nel 1254, mentre è del 1258, la sua elevazione al rango di cattedrale della Diocesi di Cagliari.

1326 - XIV (ampliamento intero bene)

Restauri furono portati avanti da maestranze catalane, tra i quali l'ampliamento delle navate laterali, la realizzazione delle cappelle lungo le navate, dell'episcopio e della sacrestia dei Beneficiati; non ci furono modifiche di rilievo della planimetria e del prospetto fino al Seicento.

1616 - 1664 (costruzione cripta)

Per volontà dell'allora Arcivescovo D'Esquivel, nel 1616, vennero iniziati i lavori per la realizzazione della cripta o Santuario dei Martiri, nella parte sottostante l'area presbiteriale. Scavato nella roccia con decorazioni barocche in stucco, è stato realizzato da maestranze siciliane. I lavori si conclusero a metà degli anni '60 del XVII secolo (1664).

1657 - 1676 (ampliamento intero bene)

Ristrutturazione della Cattedrale relativo all'interno della chiesa che fu modificata con l'ampliamento della navata centrale e delle cappelle laterali. Ci fu inoltre la sostituzione delle colonne con i pilastri, la realizzazione delle murature, delle volte e della cupola, del nuovo pulpito della navata centrale dove si trova lo stemma, nonché la chiusura con paramento murario delle cappelle sul transetto.

1702 - 1703 (rifacimento facciata)

La facciata barocca, come risulta da documenti d'archivio, venne iniziata il 20 settembre del 1702 dopo la demolizione della facciata romanica e conclusa l'anno successivo.

1933 - 1939 (restauro facciata)

La facciata barocca venne demolita nei primi anni del '900 in seguito al distacco di alcuni elementi, nella speranza da parte della soprintendenza di riportare alle luce l'originale facciata romanica. Nel 1933 venne edificata la nuova facciata in stile neoromanico, realizzata in pietra calcarea del colle di Bonaria.

1956 - 1956 (rifacimento pavimentazione)

La pavimentazione della cattedrale cagliaritana venne rifatta a metà del XX secolo, nel 1956, su un originale disegno del XVII.

1999 - 2007 (restauro nucleo centrale)

I lavori di restauro hanno riportato alla luce l'intero bene. In una fase iniziale i lavori hanno riguardato la copertura, gli infissi e la facciata. Successivamente, nel 2006, ad opera di maestranze cagliaritane e su coordinamento dell'ing. Maria Lucia Baire, si è provveduto al restauro dei marmi policromi, delle cappelle, degli elementi lignei nonché dell'adeguamento liturgico.

Mappa

Cimiteri a CAGLIARI

Viale Cimitero 9 Cagliari Città (Ca)

Via Cagliari Assemini (Ca)

Via Roma Siurgus Donigala (Ca)

Onoranze funebri a CAGLIARI

Via Mandrolisai 27 Cagliari Città

Via Palabandana 21 Cagliari Città

Via Dell' Ospedale 3 Cagliari Città