• Home
  •  > Notizie
  •  > Il calcio ozierese perde una bandiera: addio a Zappareddu

Il calcio ozierese perde una bandiera: addio a Zappareddu

OZIERI. Grande amarezza e sconcerto martedì in città per la scomparsa di Luigi Zappareddu, una bandiera del calcio locale, deceduto improvvisamente a soli 56 anni. Impiegato nell’ospedale di Ozieri, “Magnini”, questo era il nomignolo con cui veniva affettuosamente chiamato dai tanti amici, è stato colto nel sonno da un infarto e sin dalle prime ore della mattina nella casa di via Veneto si è creata un’incessante processione per portare conforto ed esprimere cordoglio alla moglie Andreina e ai due figli Claudia e Antonio Luigi.

Zappareddu ha sempre militato nell’Ozierese, facendo parte di quel gruppo di giocatori locali che negli anni ’80 hanno fatto grande la squadra canarina portandola sino al campionato nazionale di serie D. Era un centrocampista veloce e tecnico che si adattava a ricoprire diversi ruoli ma oltre che per le caratteristiche tecniche spiccava per la lealtà e l’estrema correttezza. Doti che Luigi ha mostrato anche fuori dal campo tanto da essere stimato da quanti hanno avuto modo di conoscerlo.

Sempre presente sugli spalti dell’Angelo Masala a seguire i colori giallo blù ed anche in trasferta come domenica a Berchidda a respirare per l’ultima volta con il suo solito sorriso quell’aria di cordialità e amicizia che si creava ogni volta che trovava vecchi avversari incontrati in mille battaglie sul campo.

Francesco Squintu

Pubblicato su La Nuova Sardegna