• Home
  •  > Notizie
  •  > Quasi 500 i nuovi contagi, 12 i morti

Quasi 500 i nuovi contagi, 12 i morti

Nove nel Nord Sardegna. Medici militari da oggi anche a Cagliari

CAGLIARI. Non cala la curva dei contagi in Sardegna. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 479 nuovi casi (199 rilevati attraverso attività di screening e 280 da sospetto diagnostico) ma anche un alto numero di decessi, 12, che portano il totale dall’inizio della pandemia a 362. I tamponi eseguiti ieri sono stati 4.834. Le vittime sono sette uomini e cinque donne in un'età compresa fra 32 e 91 anni; nove residenti nel nord dell'Isola, due nella Città Metropolitana di Cagliari e una nella provincia del Sud Sardegna.

Sassari piange Alessandro Fiori, medico di base e cardiologo di 64 anni, conosciuto e molto stimato in città, morto la scorsa notte stroncato dal virus nel reparto di Neurologia dell'Aou di Sassari (trasformato in reparto Covid), dove era ricoverato da qualche giorno proprio a causa della malattia.

Attualmente sono 517 i pazienti ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+12 rispetto al dato di mercoledì), mentre è di 67 (+4) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono salite a 10.808. Il dato progressivo dei casi risolti in maniera positiva comprende 5.193 (+129) pazienti guariti.

A Cagliari è stata decisa una ulteriore stretta per evitare assembramenti nelle zone del centro. Il sindaco Truzzu ha disposto dal 20 novembre al 3 dicembre la chiusura dalle 20 alle 5 del mattino successivo dei distributori automatici di alimenti e bevande e dei minimarket che vendono alcolici e che, normalmente, restano aperti fino ben oltre la mezzanotte.

La diffusione del virus sul territorio regionale conferma Sassari in maglia nera. Su 16.997 casi positivi complessivamente accertati nell’isola, 3.556 (+116) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 2.708 (+81) nel Sud Sardegna, 1.360 (+68) a Oristano, 2.814 (+136) a Nuoro, e ben 6.559 (+78) a Sassari. Oggi, nel quartiere Fieristico a Cagliari, verrà attivato il secondo “Drive through” della Difesa che resterà attivo per circa due mesi, dalle 8 alle 14, dal lunedì al sabato, dove opereranno un ufficiale medico, due sottufficiali infermieri, personale militare del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Cagliari e della Brigata Sassari, e personale dell'Ares-Ats Sardegna.

Pubblicato su La Nuova Sardegna