• Home
  •  > Notizie
  •  > Lutto nel Monastir, rinviato il match con l’Arbus

Lutto nel Monastir, rinviato il match con l’Arbus

Gli ospiti accolgono la richiesta della società di casa. Il patron Carboni: «Grazie per la sensibilità»

MONASTIR

ARBUSn.d.

MONASTIR

Non si è disputata la gara tra i padroni di casa del Monastir e l’Arbus a causa di un gravissimo lutto che ha colpito la società campidanese che ha perso improvvisamente uno storico dirigente. La Federazione ha accolto la richiesta di rinvio della società del presidente Marco Carboni. Non è stata ancora decisa la data in cui ci sarà il recupero. Tanta tristezza in tutto l'ambiente della Kosmoto Monastir. Il calcio giocato passa in secondo piano e il patron Marco Carboni ringrazia sentitamente l’Arbus «per la sensibilità dimostrata nell’occasione». Anche in casa granata c’è poca voglia di parlare del campionato. Cuore e parole vanno a chi sta vivendo in queste ore momenti difficili. «La presidente, il direttivo, lo staff tecnico e gli atleti condividono il dolore che ha scosso la società del Monastir per l'improvvisa scomparsa di un amato dirigente. Lutto che ha coinvolto la famiglia del portiere-capitano e direttore sportivo Matteo Zanda al quale esprimiamo profondo cordoglio e vicinanza in questo tragico momento». Monastir ed Arbus non hanno molto tempo per tirare il fiato. La squadra di Manunza, dopo l’avvio sfortunato in cui ha raccolto un punto nelle prime due gare disputate, riprenderà il suo cammino nel turno infrasettimanale della quarta giornata che si disputerà mercoledì 29. Avversario di turno la temibile Ferrini , annunciata in gran spolvero. Zanda e soci si sono presentati ai nastri di partenza con un organico molto rinnovato. Le prime uscite stagionali hanno messo in luce una compagine dotata di ottime individualità, con alcuni giovani dal sicuro avvenire. La salvezza pare sicuramente alla portata dei biancocelesti che oramai costituiscono una bella e solida realtà del campionato di Eccellenza. Anche l'Arbus ha annunciato una stagione in cui il traguardo da raggiungere sarà la permanenza nella categoria. L'organico è di buon livello. Mister Falco in panchina è una garanzia granitica su cui costruire i successi presenti e futuri di una squadra che vuole essere sempre protagonista. Nel turno infrasettimanale, i granata se la vedranno contro l’Asseminese davanti al pubblico amico.

Matteo Cabras

Pubblicato su La Nuova Sardegna