• Home
  •  > Notizie
  •  > A Sassari è duello tra ex sindaci

A Sassari è duello tra ex sindaci

Dopo l’addio all’Ats Nicola Sanna attacca Gianfranco Ganau

SASSARI. Ex sindaci contro a Sassari. E la cosa fa più scalpore perché non si tratta di esponenti di partiti avversari, ma della stessa forza politica, il Pd. Il duello verbale è tra Nicola Sanna e Gianfranco Ganau. Riferendosi a un intervento di Ganau sulla Nuova Sardegna relativo alla notizia che la città di Sassari ha perso la sede dell’Ats, Sanna, affonda così: «Quando la Regione governata dal centrosinistra, con un ex sindaco di Sassari presidente del Consiglio – che ora piange con le lacrime del coccodrillo – ci negò la Città metropolitana, quelli che oggi governano il Comune di Sassari e la Regione ci attaccarono su tutti i fronti. Obtorto collo riuscii ad avere la Rete metropolitana e la sede dell’Ats, cercando di temperare l'imperante e mai morto “Cagliaricentrismo”. Oggi che la città perde la sede regionale dell’Ats, si perdono i finanziamenti per la ristrutturazione degli ospedali, si perderanno quelli della metropolitana di superficie e forse anche del centro intermodale di via XXV Aprile, nessuno fa le barricate contro questi scempi». «Un ex sindaco di Sassari, mio successore – replica Ganau – tenta maldestramente di attribuire alla mia persona una qualche opposizione al riconoscimento di Sassari Città metropolitana. A smentirlo dovrebbero bastare gli atti fatti dalla mia amministrazione, di cui era assessore, per rivendicare pienamente il ruolo di area metropolitana. Ho fatto la mia battaglia perché nella riforma degli Enti locali ci fosse il riconoscimento dell'area metropolitana come Città metropolitana, scontrandomi con la volontà del presidente della Regione, dell'assessore agli Enti locali, con la maggioranza del mio partito».

Pubblicato su La Nuova Sardegna