• Home
  •  > Notizie
  •  > Bimba morta in mare, madre indagata per omicidio volontario

Bimba morta in mare, madre indagata per omicidio volontario

Si aggrava la posizione della 36enne di Orgosolo: secondo gli inquirenti voleva suicidarsi e uccidere i suoi due bambini

NUORO. Svolta nella tragedia di Orrì: la mamma della bimba morta nel mare ogliastrino è indagata per omicidio volontario.

Si aggrava, dunque, la posizione della donna di Orgosolo, 36 anni, finita in mare venerdì scorso davanti alla spiaggia del Lido di Orri ( Tortolì) in Ogliastra insieme ai suoi due figli di 3 e 4 anni e indagata inizialmente per omicidio colposo.

La più piccola è morta durante il trasporto in elicottero verso l’ospedale di Nuoro dove la donna è ancora ricoverata in Psichiatria: l’accusa nei suoi confronti è ora di omicidio volontario.

Secondo gli inquirenti del commissariato di Tortolì e della Squadra mobile di Nuoro, la madre voleva uccidersi e portare con sé i due figli. Il più grande, poco più di quattro anni, è sopravvissuto al freddo e al mare e ora è in buone condizioni, mentre la sorellina sarebbe morta annegata: sarà l’autopsia, prevista per oggi, ad accertare la causa.

Pubblicato su La Nuova Sardegna