• Home
  •  > Notizie
  •  > Ollolai, grande dolore ai funerali del giovane morto sabato notte

Ollolai, grande dolore ai funerali del giovane morto sabato notte

Una folla enorme ha dato l’ultimo saluto a Marco Podda Ancora in ospedale l’amico coinvolto nell’incidente

OLLOLAI. Dolore e pianto tra i volti di centinaia di persone che hanno preso parte ai funerali di Marco Podda, con partenza dalla chiesa parrocchiale San Michele Arcangelo, dopo la messa celebrata dal parroco don Filippo Fancello, alle 15,30. La tragedia è accaduta dopo la festa del carnevale del sabato.

Domenica, dopo la giornata di spensieratezza e gioia popolare della sfilata dei carri allegorici che si è svolta nella serata del sabato a Ollolai, è calata l’ombra per la perdita di Marco Podda, trentacinquenne, operaio edile, ma anche sportivo – calciatore nella squadra di casa, morto sul colpo nell’incidente stradale avvenuto prima dell’alba, nella notte del sabato, in regione Palai, alla periferia del paese, dove l’auto da lui guidata è uscita fuori strada finendo contro un albero e un palo elettrico. Un dolore popolare che si è diffuso anche nel territorio, dove Marco era conosciuto e amato come a Ollolai, e soprattutto a Sarule da dove il giovane rientrava dopo aver accompagnato un amico che aveva partecipato alla sfilata dei carri allegorici.

Infatti fra i dieci carri e gruppi di maschere che hanno sfilato fra tutte le vie del paese a partire dalle ore 15 fino a notte inoltrata c’erano anche i carri e i figuranti di Sarule, anche perché la Pro Loco, guidata da Pierpaolo Soro ha voluto gemellarsi con il paese vicino e invitare anche gli altri del territorio per “prendere parte allo spirito folle della Barbagia scatenato da Ospitone”.

Ma il giorno dopo, quello “spirito folle” si è trasformato in tristezza generale accompagnato dal silenzio anche sulla grande festa. Nessuno a Ollolai parla del grande successo della festa né della premiazione dei carri allegorici.

Pierpaolo Soro, uno dei principali organizzatori, dopo la lunga notte di euforia è volato a Nuoro per stare vicino ai familiari del giovane deceduto e dell’amico ferito, Francesco Barone, assessore comunale alla cultura, che al momento dell’impatto sedeva al suo fianco. Ieri tutto il paese ha dato l’ultimo saluto a Marco Podda. Tantissime le persone giunte dai paesi vicini e dai centri dove il giovane era conosciuto.

Domenica, com’era giusto che fosse, la partita di calcio della squadra di Ollolai non si è disputata, rinviata a data da determinarsi, proprio in suo onore.

E alla Caletta, dove oltre che lavorare, lo scorso anno Marco aveva giovato nella squadra locale, prima della partita contro l’Ovodda si è tenuto un minuto di raccoglimento e di silenzio, alla sua memoria.

Una memoria e un ricordo che a Ollolai durerà a lungo. Perchè Marco Podda era un giovane solare e altruista che mancherà a tanti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Sardegna