• Home
  •  > Notizie
  •  > Coniugi algheresi investiti sulle strisce: lei muore, lui è grave

Coniugi algheresi investiti sulle strisce: lei muore, lui è grave

L'incidente è avvenuto a Novi Ligure, in provincia di Alessandria. Il conducente dell'auto è scappato, ma successivamente è stato indentificato e denunciato

NOVI LIGURE. Una coppia di origine algherese è stata travolta sulle strisce pedonali a Novi Ligure, il 26 dicembre, scorso. La donna, Maria Verdina Salis, 86 anni, è morta una settimana dopo in ospedale, mentre il marito Marino Della Chiesa, 91 anni, è ancora ricoverato in gravissime condizioni. A investirli un'auto pirata condotta da un anziano, che è stato indentificato grazie alle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona, ed è stato denunciato con l'accusa di omicidio stradale e lesioni gravi, con l'aggravante della fuga.

L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio del giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre 2019, attorno alle 18. I due coniugi erano appena usciti dalla messa nella chiesa di Sant’Antonio, a un isolato di distanza dalla loro abitazione, e stavano rincasando quando, attraversando viale della Rimembranza, regolarmente sulle strisce pedonali, sono stati falciati dall’auto condotta da M.G.C., 84 anni, anche lui di Novi Ligure, che però non si è fermato a prestare soccorso ai due pedoni.

I due anziani sono stati trasportati in gravi condizioni all’ospedale cittadino, dove però, purtroppo, la signora Maria Verdina non ce l’ha fatta: è deceduta il 2 gennaio. Il marito sarebbe fuori pericolo, ma ha riportato gravi traumi: è tuttora ricoverato nel reparto di Medicina dell’ospedale di Chivasso, dove risiede uno dei figli della coppia.

La Procura di Alessandria, tramite il pm Andrea Trucano, ha disposto l’autopsia sulla salma della vittima. I familiari della vittima si sono affidati a Studio 3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini. Oggi, lunedì 20 gennaio 2020, è arrivato il nulla osta e i congiunti della vittima hanno finalmente potuto fissare la data dei funerali, che saranno celebrati mercoledì 22 gennaio, alle 15.30, nella stessa chiesa della parrocchia di Sant’Antonio da dove Maria Verdina Salis era appena uscita prima del tragico investimento e dove da anni, con il marito, era impegnata nel coro che anima le funzioni.

Originaria di Alghero, in Sardegna, come il marito, la signora Salis risiedeva da quasi sessant’anni, dal 1962, a Novi Ligure, dove si era trasferita con il consorte, dipendente dell’allora Italsider. Ha fatto per tutta la vita la casalinga prendendosi cura del marito e dei due figli. “Una moglie e una madre molto premurosa e amorevole e una persona gioviale” la piange il figlio Luigi. Oltre al marito Marino Della Chiesa e al figlio Luigi, Maria Verdina Salis lascia un altro figlio, Marco.

Pubblicato su La Nuova Sardegna